Comunità Aperta San Luigi

La Comunità Aperta S. Luigi dal 1983 ha sede a Visano (BS) in via Matteotti n.16 ed è una struttura residenziale per l'accoglienza, il trattamento, la riabilitazione ed il reinserimento sociale di persone tossicodipendenti di sesso maschile. La Comunità, è accreditata per 29 post, 25 servizio terapeutico riabilitativo e 4 doppia diagnosi. Dei 25 posti del servizio T.R. 4 posti sono rappresentati dal modulo abitativo.

I programmi terapeutici del servizio T.R. hanno come permanenza massima mesi 36 mentre il servizio specialistico ha tempistica di mesi 18.
La sua identità affonda le radici nella capacità di creare un ambiente terapeutico adatto a potenziare per ogni ospite le proprie qualità personali.

La "Comunità Aperta S. Luigi Cooperativa Sociale O.N.L.U.S." so propone come uno dei percorsi terapeutici ed educativi per maggiorenni di sesso mschile che vogliono uscire dalla tossicodipendenza e alcooldipendenza.

L'attenzione viene posta sulle potenzialità dell'individuo, più che sulle sue carenze, in ottica evolutiva che mira a condurre il singolo ad essere sempre più autonomo, responsabile e a proteggersi secondo le proprie caratteristiche personali.

L'iniziale necessaria accentuazione della direttività e del supporto emotivo va gradualmente a decrescere a favore dell'assunzione diretta di responsabilità della persona verso sè, i propri impegni e gli altri, in un ambito progressivamente sempre meno protetto.

Il confronto con gli altri, gli spazi di riflessione ed approfondimento, il supporto psicologico e/o psicoterapico di gruppo e individuale, le attività culturali e sportive, la necessità di adeguarsi alle esigenze e regole della vita di gruppo, l'impegno lavorativo, la presenza di figure di riferimento e facilitanti il percorso evolutivo, determinano nell'insieme la valenza terapeutica della comunità.

L'ingresso in comunità è liberamente scelto dall'individuo, che liberamente può, in qualsiasi momento, decidere di interrompere l'esperienza, in quanto la motivazione al cambiamento è reputata prerequisito indispensabile al lavoro terapeutico.

La Comunità si regge sui finanziamenti pubblici e non è richiesto alcun tipo di retta alle famiglie.